ARI - Associazione Radioamatori Italiani - Sezione di Bolzano
 
 
 
 
      Utente:      
Password:      
    
 Registrati | Login dimenticata ?    
  
Visita al Radar metereologico della provincia
  

Radar metereologico di Monte Macaion (metri 1866)

Il giorno 17 Ottobre 2009 la Provincia di Bolzano ha organizzato una escursione sul Monte Macaion per visitare i locali del radar metereologico:
 

 

 

 



Ci saranno stati una quarantina di partecipanti compresi i rappresentanti della provincia di Bolzano e della protezione civile del Trentino. L'escursione prevedeva la partenza dalla malga di Fondo ma essendo chiusa la stradina forestale per lavori ...la partenza è stata spostata da sotto il lago di Tretter con un percorso a piedi di circa 2 ore e mezzo. Malgrado le temperature gelide tutti i partecipanti sono arrivati a visitare questo luogo misterioso.
La prima descrizione del sistema di trasmissione ci lascia un pò allibiti perchè il trasmettitore sulla frequenza di 5 GigaHertz eroga 10 KiloWatt...poi il rappresentatne ci ha spiegato che si tratta di una potenza ad impulsi e molto direttiva che dura per frazioni di millesecondi.
Il sistema più interessante è l'antenna che avvolta nel suo guscio di un materiale speciale refrattario alla radio frequenza, si sposta sia in orizzontale che in verticale e nel giro di 6 minuti viene coperto tutto il territorio della provincia e alle volte il segnale può arrivare oltre 120 Km.

Piccola descrizione sul funzionamento di un radar meteorologico:
Alla base del principio di funzionamento di un radar meteorologico, vi è l'emissione di una serie di brevi impulsi di radiazione elettromagnetica focalizzati da un'antenna parabolica
in un sottile facsio di direzione nota.
Il volumetto elementare scansioanto ha dimensioni che aumentano con la distanza : a 120 Km dal radar l'ampiezza è pari a 2Km.
Poichè a risoluzione in distanza utilizzata operativamente al Macaion è di 250m a 120km dal radar il volume elementare V scansionato dal radar è pari a circa 1km3!
 
Dopo l'emissione del breve impulso elettromagnetico il radar si mette in ascolto per un lungo intervallo di tempo.

La durata dell'impulso utilizzato dal radar del Macaion è di 0,8 microsecondi mentre tra un impulso ed il successivo trascorrono circa 0,85 millesecondi ovvero il tempo in cui il radar è in ricezione è circa 1000 volte maggiore del tempo in cui esso emette.

L'impulso emesso viene difuso dagli oggetti che questo incontra propagandosi nello spazio. Parte dell'energia retrodiffusa è captata dal ricevitore (eco radar). Gocce d'acqua,  fiocchi di neve e chicchi di grandine sono in grado di rifflettere la radiazione, seppur in modo diverso, e permettono così di rilevarne la presenza all'interno delle nubi.

Il ricetrasmettitore:

Il trasmettitore e il ricevitore si trovano nel locale sottostante l'antenna e vengono dagli U.S.A. dalla Enterprise Electronics Coporation (clicca qui per chi vuole scaricarsi le descrizioeni tecniche) in Alabama.

 

 
 

 

 

 


La costruzione è impeccabile visto la cablatura dei cavi. Il finale di potenza è quello di colore blu. La parte dati si avvale di un computer e una miriade di modem e sistemi di controllo via GPS e via internet. I dati grezzi del radar vengono trasmessi e rielaborati a centro dati di Bolzano per essere poi messi a disposizione del pubblico e dei meteorologi.


 

 

 

 

   

Impressionante è il grosso cavo coassiale che sembra più un tubo dell'acqua, poi ci sono sonde di temperatura e umidità e scaricatori di fulmini anche nel panello elettrico. Il sistema elettrico conta anche di un generatore da 20 Kilowatt con una riserva di carburante per oltre 10 giorni di funzionamento continuo:


Particolare attenzione è stata messa per la protezione antifulmini che come si sà in quota è sempre un grosso problema:


La giornata non era delle migliori ma mi sono ripromesso di ritornare sul Monte Macaion (metri 1866) in quanto si gode di una vista eccezionale su tutta la vallata che va da Merano a Laives. Sotto una vista di Bolzano:


73 de IN3RWY Alessandro

 Segnala link Segnala a facebook

Post:459 del 20/10/2009 ore 12:09:06  Ord.277 Non Scade da:mongiu
Antenna Hi-Q per il portatile
  Girovagando in rete ho trovato un OM che produce e vende delle antenne: High “Q”

il sito e: il segunte: http://www.hiqantennas.com/

sono interessanti le foto degli esempi di installazione come questo OM che  si e' riempito il suo Pick-UP di High "Q"


 Segnala link Segnala a facebook

Post:408 del 08/05/2009 ore 09:18:48  Ord.310 Non Scade da:mongiu
 

© Copyright by IN3RWY