ARI - Associazione Radioamatori Italiani - Sezione di Bolzano
 
 
 
 
      Utente:      
Password:      
    
 Registrati | Login dimenticata ?    
  
TN042 PALA DI SANTA
 Sei in:  Lista referenze SOTA >
 
Descrizione: TN042 PALA DI SANTA
Altitudine: 2488
Locatore: JN56SI
Latitudine: 46.346833
Longitudine: 11.512667
Per arrivare alla sommità di questa interessantissima montagna, ci sono diverse possibilità. Dal Passo di Lavazè, dalla località Bramadiccio di Stava e dall’Alpe di Pampeago, (1757 m), Descriveremo quest’ultimo itinerario. Pampeago è raggiungibile dall'uscita di Egna-Ora della A22 del Brennero, in direzione Val di Fiemme. Giunti a Tesero (992 m), si gira a sinistra lungo la stretta Val di Stava fino ai grandi parcheggi posti davanti alle stazioni di partenza degli impianti sciistici. Dal parcheggio si raggiunge la seggiovia di sinistra e si imbocca la larga pista che compie un ampio tornante verso sinistra e risale poi, con un tratto più ripido. Oltrepassato un altro dosso, si raggiunge la spianata che si apre alla base dei pendii finali che salgono all'ampio Passo di Pampeago, presso la stazione di partenza della seggiovia che raggiunge il passo e di quella dello skilift (aperto solo nei mesi invernali) che sale alla Pala di Santa . Svoltando decisamente a sinistra, si prendono a risalire i ripidi pendii iniziali della Pala di Santa, lungo una traccia di carrareccia generalmente ben battuta. Con vista sempre più ampia sul Gruppo del Latemar e sulla zona del Passo del Feudo, si continua a salire, alternando brevi tratti ripidi ad altri di pendenza più moderata, fino ad uscire dal bosco presso una vecchia stazione intermedia dello skilift. Inizia da qui il vasto tavolato in dolce pendenza che, con magnifiche vedute su Latemar, Sciliar e Alpi di confine, nonchè su Lagorai e Pale di San Martino, consente di guadagnare quota con poca fatica. Il sentiero è generalmente ben battuto, e comunque l'orientamento è facilissimo. Superata la stazione a monte dello skilift, si supera un tratto più ripido e, oltrepassato un modestissimo ricovero in pietra, si tende verso destra sull'ampia cresta sommitale e si raggiunge, scavalcata un'anticima, la grossa croce posta sulla vetta (2488 m, h 3,00). Una postazione decisamente da attivare, aperta verso est, sud , ovest
Mappa di:TN042 PALA DI SANTA

 

© Copyright by IN3RWY